AAA. Cercasi Lista civica per le prossime elezioni a Guidonia. SECONDA PUNTATA

 Eccoli lì, neanche il tempo di scriverlo che come calamite si attraggono!

Sono le #liste civiche nel comune di # Guidonia Montecelio! 
Non quelle “farlocche” o “civetta” che dir si voglia, acchiappa elettori e voti, noo! 
Ma quelle dei partiti camuffati, nel senso che dietro hanno sempre la benedizione o un invito a costituirsi , più o meno esplicito dei soliti partiti!
Destra, sinistra, cdscn3965entro, ha poco senso dichiararlo diciamo più d’interesse, qualcuno maliziosamente direbbe di “potere”…, forse più esattamente della “pagnotta”.
Che in maniera “civettuola” si rimpallano sulla rete, nelle testate di alcuni giornali e nei titoli di giornalisti compiacenti. Pure qui una “storia di pagnotta”…che di questi tempi, è pure compresa: alla faccia della deontologia.

Vabbè, si dirà, <<già si sapeva>>, ascoltando le esternazioni dei vecchi “big” di ogni lista, l’invito alla coalizione era nell’aria. 
Certo, ma noi lo riportiamo, lo esterniamo, per i più distratti, quelli ammaliati dalla “romantica” visione delle liste civiche, quelle slegate dai partiti e foriere di volti nuovi e immacolati. 
Roba da allocchi, un abbaglio grosso quanto un elefante. Sveglia!

A parte qualche “nuovo” di facciata, magari pure intonso dai fattacci, per il resto visi e strategie già trite e ritrite: non per nulla a chiamarsi, invitarsi e cercare una quadra sono gli stessi personaggi (e daje con qualche eccezione) che hanno costituito il governo di questa città già da dieci e più anni a dietro.
Insomma, gli stessi che hanno contribuito a metterla in ginocchio o con le terga in bella vista.
Sapete che qualcuno dei componenti, potrebbe festeggiare (auguri!) anche le “nozze d’argento” al Comune se volesse: ben 25 anni. Quando si dice il nuovo che avanza!

Però, torniamo per un momento alla destra e alla sinistra: sì, perché qualcuno di voi ci crede ancora e allora, sfatiamo la cosa. A leggere la biografia, dei soliti big che compongono queste liste, si scoprirà persone ideologicamente schierate e avverse a quelle della fazione opposta, con tanto di sberleffi e battute vicendevolmente scambiate oramai passate nella cronaca scritta, ma tant’è i tempi cambiano e quindi…
Se una volta c’erano i “volta gabbana”, i “salta fosso”, ecc., oggi, epoca dei politici che ammettono <<ho rubato, e allora?!>>, l’evoluzione ha portato all’aggregazione a i “tutti insieme, purché si parli di pagnotta”. Ma quella (la pagnotta) di chi? Qui sta il punto.
dscn3967-copia
Ricordate, per chi l’ha letta (http://www.colibrinews.it/aaa-cercasi-lista-civica-prossime-elezioni-guidonia/) la prima puntata de ” AAA. Cercasi Lista civica per le prossime elezioni a Guidonia”?
Ebbene, si diceva che dei “bravi” cittadini hanno sempre ceduto il voto per un “tozzo di pane”. 
Sì, ok, si parlava anche di giardinetti, ma il “pane” è il pane… intendendo una promessa di lavoro, una cubatura in più per la casetta, i più altruisti per l’asfalto di una strada o la sicurezza in generale del quartiere. 
Ebbene queste “briciole” ormai, tempo di magra, sono la pagnotta dei malfattori, magari con il tempo divenuti commercianti o imprenditori. 
Bisognerà pure investire i proventi.
Le bustarelle con i contanti ne girano ben poche, ma diversamente, magari per vie indirette c’è sempre un familiare di un politico da sistemare o la società o cooperativa dello stesso da far lavorare. Ma non pensate che certi lavori siano fatti almeno bene, perché allora non avete capito nulla!
Quindi, promesse di briciole e pagnotte, tante… ma nella realtà un miraggio.

Parlando della sinistra (la destra nella prossima puntata: tutta dedicata a loro, o quasi), sì, quella con ancora la bandiera da presentare nelle prossime elezioni, sì, quella che è al governo nazionale, in quello regionale e malgrado ciò non riesce a farsi valere per risolvere la storia del TMB all’Inviolata… insomma avete capito, ebbene, che fa?
Semplice, solita storia, correntoni interni che si scontrano per poi tornare a riproporre le solite cose… d’altronde in commissione urbanistica erano tra quelli che il vincolone doveva essere ridimensionato pro costruzioni.

Intanto il Movimento, zitto zitto, fa rete e pensando al bene comune dei cittadini va a Roma… (https://www.facebook.com/MuraroPaola/photos/a.1599064597058194.1073741828.1589072931390694/1628424987455488/?type=3&theater).

Sveglia è ora di cambiare!

Falkui LaParola