Disagio idrico Montecelio

Centro storico di Montecelio: Con l’Estate arriva puntuale il disagio idrico …

Da circa due settimane, nel centro storico di Montecelio, è iniziato il consueto disagio idrico. I residenti, disperati, non ce la fanno più a sopportare una situazione che si trascina da anni: “L’acqua – lamentano – va via dalle ore 12 e torna verso mezzanotte e quando c’è, la sua pressione è bassissima”… Nella parte più alta la situazione è ancora più grave: “dalle 10 alle 4 del mattino e a volte quelle poche ore di debole erogazione non basta neanche a riempire i cassoni”… (ammesso che si disponga di cassoni o che gli stessi siano abbastanza capienti per sopperire alle esigenze primarie di una famiglia).

Ma tutto questo non basta….dopo l’inganno anche la beffa! Ci sono giunte segnalazioni e lamentele di cittadini che hanno ricevuto bollette di acqua rincarate, poiché l’aria nelle tubazioni fa girare ugualmente il contatore, come fosse passata solo acqua, facendo lievitare la bolletta idrica in modo anomalo… Inoltre, la mancanza di acqua ha provocato, in qualche caso, danni a lavastoviglie e lavatrici.

Non è solo il disagio a preoccupare, si pensi ad esempio all’impossibilità di far fronte ad un eventuale ed improvviso incendio. Se si considera che gli automezzi dei Vigili del Fuoco sono impossibilitati a raggiungere le residenze più alte e che le numerose sterpaglie secche, presenti intorno l’abitato, potrebbero improvvisamente bruciare da un momento all’altro si capisce, immediatamente, come il rischio per i residenti sia tutt’altro che remoto. Del presunto impianto di emergenza che dovrebbe fronteggiare una tale emergenza circolano solo voci, né idranti, né allacci di emergenza sono dunque presenti nel borgo.

La cosa è ancora più paradossale se si tiene conto che all’interno della Rocca, a pochi metri dalle case, sono presenti i capienti serbatoi comunali che dispensano l’acqua a gran parte del territorio, ma che riservano solo poche gocce agli abitanti di Montecelio in virtù di un curioso impianto pensato per rifornire le utenze a valle e in ultimo quelle di Montecelio. In questo modo la mancanza di pressione idraulica rende spesso difficoltoso il ritorno dell’acqua in cima al borgo.

A farsi portavoce di tale disagio, saranno gli ex consiglieri del Movimento 5 Stelle, che sono in attesa di essere ricevuti dal commissario prefettizio al quale segnaleranno non solo il problema idrico di Montecelio, suggerendo anche possibili ed immediate soluzioni, ma segnalando anche la situazione di totale abbandono del centro storico, tra vicoli che sembrano latrine nauseabonde, l’assenza assoluta di cestini di raccolta dell’immondizia – cosiddetta da passeggio – per cui a terra si trova di tutto, a cui va aggiunto un servizio di spazzamento e pulizia delle strade a dir poco inefficiente…ed una “non attenta” vigilanza che non ostacola comportamenti incivili.

Stefano Bufalieri