Chi siamo

Benvenuti sul portale di Colibrì News.

Il nostro giornale online nasce per promuovere e raccontare il quadrante nord est di Roma nelle sue diverse esperienze e realtà.

Il nostro compito vuole essere quello di raccontare le realtà e i fatti  senza pregiudizi. Aiutare le persone a pensare e leggere con occhio critico i fatti che accadono intorno a noi. Oggi sono in gioco valori che determinano il destino di tutti: dalla vita alla famiglia, dall’educazione ad un comportamento sano nella nostra realtà territoriale e un nuovo impegno nella società, nell’economia, nella politica.

Tramite questo nostro portale web vorremo essere vicini ed ascoltare le vostre storie, le vostre proposte, rendervi partecipi del nostro impegno, dei programmi e del lavoro che stiamo svolgendo sul territorio e nei consigli comunali. Ma soprattutto vorremo che questo nostro giornale online fosse considerato come un nuovo punto di vista. Il punto di vista di chi in questo territorio ci vive da anni, da chi l’ha appena conosciuto, di chi ci è nato ed ha ricordi da raccontare, di chi è ancora giovane e vorrebbe realizzare progetti proprio dove vive tutti i giorni.

Contiamo anche sull’aiuto di tutti attraverso semplici proposte, segnalazioni e soluzioni concrete.

cropped-testata.png

Perché lo abbiamo chiamato Colibrì

I colibrì sono uccelli di piccole dimensioni ed il loro habitat si trova in prevalenza nel nord e sud America, con una maggiore concentrazione nell’altopiano andino e nella foresta amazzonica.

Narra un’antica leggenda amazzonica che un giorno nella foresta scoppiò un gigantesco incendio. Tutti gli animali e gli uccelli fuggirono impauriti. Mentre tutti si lamentavano e disperavano per la loro cattiva sorte. Solo il colibrì volò verso il fiume e raccolse una goccia d’acqua. Mentre tornava con il suo carico d’acqua verso l’incendio, gli altri animali presero a deriderlo dicendogli: “Ma cosa fai!? Come pensi di riuscire a domare il fuoco con una goccia d’acqua?”

Il piccolo colibrì, paziente, rispose: Io intanto faccio la mia parte”.

Con questa metafora, anche noi, nel nostro piccolo, vogliamo fare la nostra parte…