Confermato dal Tribunale di Tivoli il rinvio a giudizio per l’ex sindaco Eligio Rubeis e il dirigente Gilberto Pucci

L’accusa è sempre quella: Questa volta però c’è la conferma del del rinvio a giudizio per l’ex sindaco Eligio Rubeis e il dirigente Gilberto Pucci accusati “di induzione indebita a dare e promettere utilità”. La richiesta del PM Luigi Pacifici è stata accolta questa mattina nell’udienza preliminare. Per chi lo avesse dimenticato, l’accusa riguarda il sollecito esercitato da Rubeis sul dirigente Pucci per il saldo da parte del Comune della fattura emessa dalla struttura sanitaria Ihg per crediti vantati di un milione di euro. In cambio il sindaco richiedeva l’assunzione di una ragazza, da lui raccomandata, come infermiera. Per questa faccenda, ricordiamolo, Eligio Rubeis fu messo agli arresti domiciliari dal 20 luglio 2015 e vi è rimasto per 15 mesi sino a allo scorso 16 ottobre.

Ma i guai giudiziari per Rubeis non sono soltanto questi, c’è il filone che riguarda i permessi urbanistici. Anche qui l’ex sindaco è accusato di “tentata induzione indebita a dare o promettere utilità”, esercitando pressioni sull’allora dirigente Umberto Ferrucci per bloccare l’agibilità per il capannone del gruppo supermercati Goss, fino a quando il presidente non fosse andato ad incontrarlo personaleligio-rubeis-267x200mente. Secondo le intercettazioni ambientali in quel caso, davanti ai presenti nella sua stanza, avrebbe affermato “So Eligio e ti faccio vedere si me rode er culo…” Affermazioni che recarono offesa sia a Ferrucci che al presidente del Gross.

Altra accusa a cui dovrà rispondere è quella relativa alla tentata concussione esercitata per indurre l’allora direttore della Asl RmG Giuseppe Caroli per far passare la persona da lui indicata come Direttore del Distretto Sanitario, facendo balenare l’idea che altrimenti avrebbe bloccato il bilancio dell’Azienda Sanitaria.

Ora l’ex sindaco è tornato in libertà, ma gli è fatto espressamente divieto di risiedere a Guidonia Montecelio.

Ang. Scip.