Dance Project

Danza: Progetto Om & Dance Project per la cultura ed il sociale

Un grande successo il saggio di danza tenutosi giovedì sera, 23 giugno, presso il teatro dell’Istituto San Giuseppe di Fonte Nuova; Dance Project 2la scuola di danza e delle arti del maestro Ambrogio Dei ed Andrea Om.  Dance project 2016, uno spettacolo molto coinvolgente che ha visto le piccole allieve cimentarsi sul palco insieme alle allieve adulte.

Un ringraziamento anche a tutte le allieve assistenti di palcoscenico, con la regia di Barbara Bovoli ed anche ad Andrea Om, brillante conduttore ed intrattenitore della serata.

I saggi di danza sono quelli in cui un gruppo e l’insegnante mostrano i frutti del proprio lavoro; è il fine ultimo di mesi e mesi di duro lavoro, non solo per i ballerini, ma anche per gli insegnanti, proprio perchè l’insegnamento di passi, ritmo, coreografie, sentimento e trasporto è un mestiere che non si improvvisa.

La danza è disciplina, lavoro, insegnamento, comunicazione. Con essa risparmiamo parole che magari altri non capirebbero e stabiliamo un linguaggio universale, familiare a tutti. Ci dà piacere, ci rende liberi e ci conforta dall’impossibilità che noi umani abbiamDance Project Ambrogio Deio di volare come gli uccelli, ci fa avvicinare al cielo, al sacro, all’infinito. È un’ arte sublime, sempre diversa, simile all’amore, lascia il nostro cuore battere forte, sperando nella prossima volta”

La danza come molti altri sport (e discipline), è una palestra di vita, che insegna sacrificio e spirito di gruppo; Dance Project con questo spettacolo ha dimostrato che sia possibile imparare tutto questo divertendosi, con professionalità, anima e cuore; soprattutto, non ci sono schemi “di genere“: la danza è femminile quanto maschile, forma un artista indifferentemente uomo o donna che sia.

Uno spettacolo, quello proposto, dal maestro di danza Ambrogio Dei, che ha ripercorso le più importanti musiche ed omaggi a grandi artiste, come Madonna e Whitney Houston, cartoon più conosciuti, come la brillantissima e divertente coreografia ispirata a Masha ed Orso, per le piccole allieve, musical, danza classica e moderna, jazz e tutte le discipline utili per interpretare l’arte. Le piccole allieve, in particolare, erano gioiose ed emozionate, entusiaste nel saluto finale, quando hanno ricevuto dal maestro  l’attestato ed il diploma dell’anno appena trascorso.

Una menzione particolare a due noti artisti, che Dance Project ha avuto il piacere di ospitare, due giovani eccellenze  della danza classica come Matteo Pastore, primo ballerino in compagnia stabile della Croazia ed altre compagnie nazionali e  Tonia Labriola prima ballerina  di varie compagnie di danza classica, sempre a livello nazionale, che hanno estasiato il pubblico presente, esibendosi nel balletto tratto dalla scena del “matrimonio” del “Don Chisciotte“, (ospiti di Don Diego , viene celebrato il matrimonio della bella Chilteria e di Basilio).

Un finale travolgente, con sorrisi, abbracci, ringraziamenti e grandi testimonianze di stima ed affetto. L’appuntamento per il prossimo settembre, quando ripartiranno i corsi di danza e delle varie arti “mi aspetto ancora tanto entusiasmo e progettualità con i giovani ma anche la presenza di tantissimi adulti, a testimonianza che la danza, come l’arte, non ha età“, mi ricorda Ambrogio, con un connubio importante per Dance Project di Colleverde di Guidonia, Fonte Nuova e Roma.  Un progetto che vede anche nel sociale, un punto di riferimento importante: da settembre infatti, partono i corsi anche presso il Centro Sociale Anziani “Casal Tidei”, in Via Pollenza a Roma.