Decoro urbano a Guidonia Montecelio: il M5S denuncia il degrado, ma non resta a guardare…

Rotonde costate centinaia di migliaia di euro in stato di abbandono, i bordi delle strade pieni di erbacce con sacchetti di spazzatura abbandonati. Rifiuti di ogni genere che creano situazioni di pericolo alla viabilità ma anche alla salute pubblica. Insomma una città in pieno stato di abbandono con una amministrazione assente e affidata nelle mani di un Commissario Prefettizio al quale tutti i problemi di sofferenza che ci sono, bisogna prospettarglieli.

Ma la città, seppur privata di un governo politico eletto, quello dirigenziale e direttivo ancora lo ha, fino a prova contraria. I dirigenti dell’Area VII AsDSC_9107sessorato Ambiente e Parchi dove sono? Non vedono anche loro la decadenza e l’abbandono in cui sta sempre più sprofondando il territorio? Chi controlla il decoro e la manutenzione del verde? Chi è demandato al controllo che questi lavori vengano eseguiti dalla ditta incaricata a svolgere il compito della manutenzione e la pulizia delle strade e che svolge la raccolta differenziata? Il comune per questo servizio paga un compenso di 750mila euro ogni mese, ma la manutenzione non avviene affatto e, seppur avviene, viene fatta purtroppo sporadicamente a macchia di leopardo e non su tutto il territorio comunale, trascurando specialmente i quartieri più estremi.

Il M5Stelle di Guidonia, con un comunicato, denuncia pubblicamente questa situazione di degrado che sta penalizzando ulteriormente una città ferita da 30 anni di disastri ambientali e di amministrazioni scellerate che li hanno provocati, e formalizzerà al Commissario Prefettizio e a tutti gli organi competenti una richiesta affinchè vengano accertate le responsabilità.

Intanto gli attivisti del M5Stelle hanno deciso di non restare a guardare, ma di attivarsi loro, volontariamente, per garantire un minDSC03425imo di decoro urbano alla città, dando luogo a varie iniziative. La prima (già avvenuta) è stata quella di ripulire dalle erbacce la rotonda di via Casal Bianco (Colle Fiorito) angolo via degli Aromi, che versava in uno stato di totale abbandono.

Altre iniziative sono state programmate: dalla pulizia delle altre rotonde alla pulizia, per quello che è possibile, dei bordi delle strade, almeno dove questo più necessita. Nel programma c’è anche la creazione di un parco presso il vecchio fontanile storico, ma abbandonato alla Selciatella e la piantumazione di alberi in aree pubbliche per creare nuovi spazi verdi.

Questo ultimo intendimento è ispirato dall’attuazione della legge nazionale n. 10 del 14 gennaio 2013, che impone ai comuni con più di 15 mila abitanti, di piantare un albero per ogni bambino nato, residente o bambino adottato. Questa legge nel nostro comune non è mai stata applicata e si pensi che dal 2013 ad oggi a Guidonia Montecelio sono stati iscritti all’anagrafe 2170 bambini. Ci riproponiamo di trattare questo argomento più approfonDSC_9115ditamente in un prossimo articolo sul Colibrì.

Dice un rappresentante del M5Stelle: “Non pretendiamo, certamente di risolvere i problemi di Guidonia Montecelio soltanto con queste iniziative ma vogliamo che servano da sprono agli altri cittadini. Chi vuole partecipare, può contattarci ogni sabato dalle 10 alle 12 al nostro InfoPoint di Guidonia in via di Montecelio, 9 (vicino alla piazza del mercato). Accettiamo i vostri consigli, le segnalazioni che ci vorrete fare saranno benaccette”.

 Angelo Scipioni