Donati 1700 euro all’Associazione Cieli Azzurri raccolti con la presentazione e la vendita del libro “L’equilibro Molteplice dell’Uno” dello scrittore-viaggiatore Luca Di Bianca

img_0701Come scrivemmo la scorsa settimana, domenica 20 novembre presso il Bar Lanciani di Guidonia, lo scrittore-viaggiatore Luca Di Bianca ha presentato la sua ultima opera “L’equilibrio Molteplice dell’Uno” insieme al suo amico cantautore Frank Polucci, entrambi cittadini di Guidonia.

Durante la serata, con la vendita del libro, sono stati ricavati 1700 euro, che l’autore a fine serata ha subito donato all’Associazione Cieli Azzurri che sostiene i ragazzi diversamente abili. Presenti all’evento c’erano anche la presidente Emanuela Bracchitta ed alcuni ragazzi dell’Associazione che hanno assistito con entusiasmo allo spettacolo.

Nella sala completamente piena in ogni ordine di posto, con un pubblico silenzioso ed attento, ma pronto a sottolineare con applausi i vari passaggi della narrazione, i due artisti si sono esibiti in una performance surreale, intervallando e unendo la lettura di brani tratti dal libro, con il canto ed il suono melodioso della chitarra, mentre su un fondale venivano proiettate in sequenza foto scattate dall’autore nei suoi viaggi nel mondo.

Abbiamo chiesto a Luca Di Bianca di espletarci in sintesi il contenuto del libro

 “Questo mio lavoro ha come protagonista l’uomo che si muove affamato di conoscenza in un viaggio dentro e fuori di sé, verso la propria interiorità ma anche verso ciò che è infinito ed universale; errante, sempre in cammino e mai stanco di spalancare occhi e cuore sul mondo, si riconosce e si specchia in altri esseri e nella natura che lo circonda, scoprendo che siamo “Moltitudine”, in “Equilibrio” in “un disegno divino”, i volti di un’unica grande anima.

Voglio citare in proposito un brano del libro: 

Molte volte ti sembra di aver finito le forze e di non riuscire più a rialzarti, in quel momento il sangue nelle nostre vene è come se smettesse di circolare e tutto diventa più freddo e triste, la speranza diventa gelata ed i sogni svaniscono; in quei momenti devi ricordare sempre i canti del tuo popolo, la tua identità, la tua famiglia, perché le parole, la musica ed i canti sono come olio per le nostre vene che fa scorrere più velocemente il sangue e se il sangue scorre veloce purifica il male e tutto il corpo diventa più caldo, la speranza si riaccende, i sogni riprendono i loro colori e la vita non sembra più persa”.

Il prossimo appuntamento per sostenere l’Associazione Cieli Azzurri è per il giorno 3 dicembre alle ore 20 con la “polentata” presso la Sala San Francesco della Parrocchia Santa Maria di Loreto di Guidonia.

Tutti i progetti sono visibili sul sito www.lucadibianca.it

Ang Scip