Fonte Nuova: il sindaco Fabio Cannella si è dimesso

Il sindaco di Fonte Nuova, Fabio Cannella, ha rassegnato le proprie dimissioni, ed a quanto si apprende, già protocollate.

La notizia circolava già dal pomeriggio di ieri; si era infatti compreso che “non esistevano più le condizioni per amministrare” e che ci sarebbe stata una riunione, l’indomani. Riunione tra i suoi consiglieri di maggioranza che si preannunciava oggi, durissima.

Al termine quindi di una mattina convulsa, iniziata alle 9.00, il sindaco Cannella si è dimesso.

L’ennesimo scandalo, l’ennesimo scossone, l’ennesimo duro colpo dopo già le mancate spiegazioni per il sexy gate “all’interno del Comune” (spiegazioni che aveva promesso pubbliche), caso appreso in un articolo del Tiburno di due settimane fa; un finale, quello del sindaco Cannella e della sua Giunta, arrivato dopo un percorso politico per l’amministrazione molto travagliato, molto confuso: per esempio la differenziata, partita con ritardo di mesi ed a tutt’oggi caotica:  ricordiamo una su tutte, la viconsiglio-comunalecenda e l’iter per le casette d’acqua, “acqua e arsenico”, legate a Felice Maniero, già oggetto di polemica e feroce discussione  dopo il servizio di Report su Rai 3.   Dimissioni presentate a novembre, poi ritirate.

Una difficile quanto dura riunione di maggioranza, già preannunciata da ore, quella di questa mattina, dove si è verificato l’ennesimo scontro con i suoi consiglieri comunali,  questa volta sulla riassunzione di un dipendente del suo staff, che aveva presentato a sua volta dimissioni.

Cannella avrà 20 giorni canonici per ripensarci, secondo la legge. Vedremo se non ci saranno nuovi ripensamenti e si andrà dunque verso il commissariamento di Fonte Nuova, con nuove elezioni amministrative in estate.

Red.