Gesto vile nei confronti del dirigente al Settore ambiente Gerardo Argentino: il montascale che lo porta nel suo ufficio è stato sabotato da ignoti

E’ pur vero che ormai non c’è più da stupirsi di nulla per i fatti di malaffare che man mano stanno venendo fuori con le indagini della magistratura nell’ambito dell’amministrazione comunale di Guidonia Montecelio; ma prendersela ora anche con le strutture per i disabili è davvero un atto ignobile.

dsc_6457
La sedia montascale sabotata

Un atto vile è stato compiuto ai danni del dirigente del Settore Ambiente dott. Gerardo Argentino. Affetto da disabilità, la sedia montascale che gli consente di salire al primo piano, dove si trova il suo ufficio, è stata manomessa. Ignoti (per ora) hanno strappato i fili elettrici e danneggiato il motore che ne permette il funzionamento. La scoperta è stata fatta giovedì mattina quando il dirigente si apprestava a salire nel suo ufficio al primo piano della palazzina di via Roma, dove, oltre al Comando dei Vigili Urbani ci sono gli uffici del Settore ambiente.

Gli inquirenti che stanno indagando per scoprire il responsabile, tendono ad escludere che la manomissione possa essere stato un atto vandalico di qualcuno per ritorsione verso i Vigili che hanno gli uffici vicino alla sedia montascale. Le indagini sembrano più orientate verso il coinvolgimento del dirigente che risulta indagato per aver firmato alcuni atti che avrebbero permesso a un dipendente del settore ambiente di intascare una mazzetta. Peraltro Argentino sulla questione ha chiesto subito di essere sentito dal Pm che conduce le indagini.

Il dirigente, sentito dalla redazione di Colibrì, ci racconta come è andata: “Come ogni mattina ho utilizzato la sedia montascale per raggiungere il mio ufficio, ma a metà corsa si è bloccata. Inizialmente ho pensato ad un guasto casuale, ma poi una volta chiesto aiuto al personale dell’ufficio e sceso in maniera fortunosa sulle scale, mi sono reso conto del sabotaggio. Nella mia vita non è certo la prima volta che mi trovo davanti a vili situazioni di questo genere legate alla mia condizione, ma la risposta è sempre la stessa: un sorriso

Argentino sporgerà denuncia per far piena luce sulla situazione, e le sue reazioni al gesto vile le a affidate a Facebook scrivendo:   Volevo salutare quei “simpaticoni” che intenzionalmente hanno forzato il motore e strappato i cavi elettrici della sedia montascala che mi consente di salire in ufficio, rendendola inutilizzabile, suppongo poco gradendo il mio lavoro.
Volevo dirgli che, nonostante il disagio, in ufficio sono salito lo stesso a fare ciò che devo, cioè un pò di “pulizia”
Se gli sono poco simpatico…meglio, me ne farò una ragione, l’antipatia è totalmente, esponenzialmente ed irreversibilmente reciproca”. 

La redazione di Colibrì News, nel condannare la vigliaccheria per tale gesto, esprime piena solidarietà al dott.Gerardo Argentino.

Ang Scip