Guidonia Montecelio: Con la riapertura degli impianti che producono il conglomerato bitumoso, sono ripresi i lavori per la tappatura delle buche

Con la riapertura questa mattina 8 gennaio dell’impianto C.C.A. (Costruzioni Conglomerati ed Affini) in via Casal Bianco che produce il conglomerato bitumoso a caldo, di cui si serve la ditta appaltatrice che esegue la manutenzione stradale nel territorio di Guidonia Montecelio , è ripreso il lavoro di tappatura delle buche aperte (complice anche le avverse condizioni atmosferiche verificatesi sotto il periodo delle feste natalizie) sui 400 chilometri di strade che attraversano tutto il territorio di Guidonia Montecelio.

Si è cominciato a ripristinare quelle su segnalazione dei vigili urbani. E’ stata otturata la famosa buca in via Rosata a Collefiorito, che aveva suscitato molta ilarità per il fatto che in prossimità della buca, si invitavano gli automobilisti ad andare a 10 Km orari. Poi si è cominciato ad intervenire su quelle nel centro di Guidonia e via via, secondo la gravità si interverrà su tutto il territorio.

Per saperne di più abbiamo sentito l’assessore ai Lavori Pubblici, ingegner Antonio Castellino, dispiaciuto per i disagi accaduti, ritenendo sacrosante le proteste, ha voluto fornirci dei dati con le dovute precisazioni sui motivi che hanno impedito un pronto intervento man mano che i disagi aumentavano con il moltiplicarsi delle buche.

“Non tutti sanno che molti impianti per la produzione di conglomerato bitumosi a caldo, nel periodo invernale,  diminuiscono la produzione perché per motivi atmosferici certe lavorazioni con pioggia e temperature basse non si possono eseguire, in più sotto le festività natalizie alcuni impianti chiudono.  Oggi l’impianto più vicino ha riaperto e quindi abbiamo potuto far iniziare i lavori all’impresa che ha un appalto in corso per la manutenzione delle strade della nostra città; è evidente che non è possibile trasportare il conglomerato bituminoso per troppo tempo da un impianto lontano.

Inoltre il comune di Guidonia Montecelio non è dotato di un pronto intervento h24 per varie emergenze.

Precisiamo inoltre che l’impresa che ha in appalto la manutenzione stradale ha effettuato fino ad oggi 18 interventi e per ognuno di essi sono stati posizionati circa 3 metri cubi di conglomerato bituminoso al giorno. Questi interventi hanno interessato circa 100 vie della nostra città, per una spesa, fino ad oggi, di circa 39 mila euro.

Ancora voglio dire che non tutti gli operai del reparto tecnico di questo assessorato, erano disponibili sotto il periodo delle feste natalizie per motivi di salute o per ferie . Il corpo dei Vigili urbani dovrebbero supportarci nelle emergenze, ma anche loro non sono dotati di adeguati mezzi di lavoro e quello che avete visto, a proposito della segnaletica stradale a ridosso di alcune buche, che ha suscitato ilarità da parte di molti, è dovuto al fatto che non hanno a disposizione cartelli a sufficienza per questo tipo di segnalazioni. Per le future emergenze stiamo cercano di creare una squadra di pronto intervento, disponibile tutti i giorni sulle 24 ore. Tornando alla difficile situazione che si è creata, spero che con qualche giorno si riesca a risolvere il problema purtroppo dovuto anche al “modus operandi” delle passate amministrazioni”.

Angelo Scipioni