Guidonia: Nuova visita dei ladri al capannone della “Fabbrica dei carri del Carnevale”

Ladri di nuovo in azione nel capannone che ospita la “Fabbrica dei carri del Carnevale” in via delle Gerbère a Collefiorito. Il furto non si sa se è avvenuto nella scorsa notte o nelle prime ore del mattino, quando la zona è deserta. Anche questa volta i ladri sono entrati rompendo la rete di recinzione e si sono diretti verso i container dove sono custoditi tu
tti gli attrezzi. Hanno forzato e divelto le serrature, ma questa volta non hanno trovato nulla di valore, in quanto tutta l’attrezzatura di lavoro rimasta dopo il primo furto, era stata messa in sicurezza portandola altrove.

Hanno rivolto allora la loro attenzione all’interno del capannone dove sono parcheggiati i carri e hanno saccheggiato una cella frigorifera dove erano custoditi tutti gli alimenti, le bevande e la carne che doveva servire per il pranzo di beneficenza che il Comitato del Carnevale organizza ogni anno il primo maggio per raccogliere fondi a favore dell’associazione “Cieli Azzurri” di Guidonia.

“Questa zona purtroppo è alla mercè di vandali e ladruncoli. – dice Paolo Aprile – Sono pochi mesi che ci siamo trasferiti qui e questa è la seconda visita che ci fanno. A gennaio scorso, quando stavamo lavorando per allestire i carri, hanno rubato anche dentro alcune delle nostre auto parcheggiate all’esterno. A mio fratello hanno spaccato il vetro della sua automobile e si sono appropriati degli oggetti e del portafoglio che aveva lasciato all’interno con i soldi e i documenti. Questo stradone che di giorno è frequentato dagli appassionati di footing, la notte è deserto. Occorrerebbe un pò più di controllo da parte delle forze dell’ordine per fare da deterrente. Con questo non voglio far loro una colpa, perché capisco anche le difficoltà che hanno per controllare un territorio vasto come quello di Guidonia e le sue circoscrizioni. Comunque per il pranzo di beneficenza, vorrà dire che riacquisteremo le derrate che ci hanno rubato e non mancheremo certo all’appuntamento il primo maggio a Gerano”.

Ang. Scip.