Guidonia: si è svolta la manifestazione delle società sportive del territorio per usufruire delle palestre nei plessi scolastici

Come preannunciato si è svolta in Piazza Matteotti a Guidonia nel pomeriggio di oggi 29 settembre, la manifestazione di protesta dei vari gruppi sportivi del territorio, per rivendicare l’uso delle palestre comunali a loro precluso per il mancato rinnovo della certificazione antincendio.

Otto le società scesdscn7658e in piazza a protestare: Guidonia Volley, Tibur Volley, ASD Alika, Energheia,Vivi Villalba, Insieme per Guidonia Montecelio e Narvalo Scherma. Sotto lo slogan “Salvare lo sport” e al grido di “Vogliamo le palestre”, hanno occupato per tutto il pomeriggio la piazza.

La loro sacrosanta protesta è figlia di una assurda situazione, che vede molti di questi ragazzi, la mattina durante l’orario scolastico, poter frequentare le palestre dei vari plessi scolastici, mentre nel pomeriggio viene precluso loro la frequentazione delle medesime, perché prive del rinnovo della certificazione antincendio fuori dall’ambito scolastico.

Questo sta creando alla nostra società notevoli disagi, tra quindici giorni comincia il campionato e non  possiamo fare la preparazione. Siamo anche disposti a partecipare alle spese, basta che la situazione si sblocchi al più presto, altrimenti , per quanto ci riguarda, dovremo trasferirci nella palestra di un centro sportivo nella zona di San Paolo a Roma con tutti i disagi che ne deriverebbero”. A parlare è Fabrizio Marras presidente della società di pallavolo femminile Energheia di Collefiorito che quest’anno disputerà il campionato di serie D. La loro palestra di riferimento per gli allenamenti era quella dell’Istituto Comprensivo Montelucci a Collefiorito, ma non avendo, come tutte le altre palestre, la certificazione di prevenzione antincendio, non ne possono usufruire. Ernesto Schiavone della società Vivi Villalba, ribatte:dscn7646“se le palestre non riaprono subito, alcune società come la nostra vanno a scomparire. D’altronde il Comune non può darci l’agibilità senza la certificazione e nell’incontro che abbiamo avuto con il Commissario Prefettizio Giuseppe Marani ci è stato detto che è in corso per ogni singola struttura un monitoraggio, perché i certificati di prevenzione antincendio, sono differenziati e soltanto martedì prossimo si sapranno i risultati”.

Oltre agli atleti, i loro allenatori e i ragazzi delle varie società sportive con i loro presidenti erano presenti molti genitori e tutti hanno manifestato battendo le mani al grido di “Vogliamo le palestre”.

Angelo Scipioni