Dal Movimento 5 Stelle piena solidarietà a Nino Di Matteo e al pool Antimafia.

Durante il consiglio comunale del 3 marzo 2015 è stata discussa la mozione presentata dal Movimento 5 Stelle di Guidonia Montecelio per conferire la cittadinanza onoraria al Magistrato Nino Di Matteo. La mozione prevedeva anche l’affissione all’esterno del palazzo comunale di uno striscione con scritto: “Guidonia Montecelio sta con Di Matteo e il pool antimafia”, il Dott. Di Matteo lavora sulla trattativa stato-mafia e negli ultimi anni alcuni pentiti hanno confermato che ci sono 200 kg di tritolo pronti per lui.
Durante la discussione è stata sollevata una perplessità da Michele Venturiello, capogruppo di quel che resta di Forza Italia Forza Italia  motivandola semplicemente con il fatto che il Magistrato non è mai passato per Guidonia né tantomeno ha fatto a livello giurisdizionale un’azione per la nostra città. A detta dell’esponente azzurro e di alcuni altri della maggioranza, poi, manca un regolamento sulla concessione di tali onorificenze, e che mai prima d’ora erano state concesse dalla Città dell’Aria. I promotori dell’iniziativa, con un minimo di ricerca effettuata febbrilmente sui cellulari durante il consiglio, trovano però un precedente di venti anni or sono quando la cittadinanza fu conferita al Lgt. del Reparto Operativo CC Nucleo Tutela Patrimonio Culturale, Roberto Lai per aver diretto l’operazione di recupero della Triade Capitolina.
<<Ci appare singolare che in Italia ci sono trentuno città che hanno ad oggi hanno conferito la cittadinanza al Giudice Di Matteo – affermano gli attivisti promotori dell’iniziativa – e non crediamo che il magistrato abbia avuto a che fare con ognuna di esse. Siamo convinti della bontà del segnale che vogliamo dare per costruire quel forte senso civico solidale che manca nella nostra città>>.
Dopo un lungo dibattito si è deciso di creare un regolamento per il conferimento della cittadinanza onoraria.
Durante la discussione il consigliere Messa a nome di Fratelli D’Italia sostiene a gran voce la mozione presentata dal Movimento 5 Stelle, il consigliere Sassano ha considerato la cittadinanza un gesto che nel tempo sarebbe stata dimenticato precisando che ci vorrebbe invece qualcosa di forte, proponendo di indire una giornata in ricordo delle vittime di mafia che si svolga tutti gli anni e che coinvolga le scuole del nostro territorio.

Grande soddisfazione è stata espressa dal M5S in aula subito dopo la votazione: <<Dobbiamo essere coscienti che, qualora un magistrato lotti tutti i giorni con il suo lavoro per la legalità e mettendo a rischio la propria vita, non sia considerato una lotta che riguardi solo il Sud ma tutta l’Italia soprattutto se questa lotta verte sul caso trattativa Stato-Mafia>>,

Nelle prossime settimane il Movimento 5 Stelle di Guidonia Montecelio depositerà il Regolamento che permetta su un criterio ben definito la concessione della cittadinanza onoraria, che non è un semplice gesto di poco conto ma un forte senso di appartenenza verso quelle persone che ogni giorno rischiano la vita, senza dimenticarci che con il lavoro rendono più libero questo paese cercando di farci sentire “Un fresco profumo di libertà” come diceva Paolo Borsellino, ma soprattutto ci deve far riflettere che il lavoro del dott. Di Matteo e di tutto il Pool Antimafia è indirizzato a tutti i cittadini Italiani e ad ogni angolo d’Italia, perché purtroppo le mafie sono intersecate in ogni angolo, e in ogni angolo d’Italia allo stesso tempo dobbiamo dare solidarietà a tutto il Pool antimafia sperando che alcuni Consiglieri Comunali non si soffermino a minimizzare il valore di un gesto di solidarietà ai Magistrati, ma anzi l’accolgano a gran voce.

Claudio Caruso

di matteo