Il Parco che non c’è: tre giorni di iniziative alla scoperta del nostro territorio

Still03b05a31Mancano ormai pochi giorni all’evento “Il Parco che non c’è”, un’iniziativa immaginata e organizzata da tanti cittadini appassionati e volenterosi di attivarsi sul proprio territorio e dal CRA- Comitato per il Risanamento Ambientale, dai ragazzi e dalle ragazze del Collettivo Apache e del Collettivo FuoriCentro che ha la propria sede a Setteville di Guidonia. L’obiettivo dell’evento è quello di festeggiare i vent’anni dall’istituzione del Parco Regionale dell’Inviolata nel Comune di Guidonia Montecelio, di permettere alla cittadinanza di scoprire le ricchezze del nostro territorio: dal punto di vista naturalistico, storico, faunistico e archeologico.

IIIInviolata dal drone 5 - Copia (2)Si tratta di tre giornate costellate da numerose iniziative totalmente gratuite attraverso le quali sarà possibile vivere momenti diffusi di socialità in una periferia sempre più manchevole di servizi e opportunità di svago e condivisione delle esperienze, dove non esistono luoghi di aggregazione reali, spazi per gli eventi culturali che escano dalla visione consumistica “dell’evento di massa” al termine del quale,  ciascuno pare condannato a vivere la propria esistenza in solitudine, assediato dal grigiore della cementificazione, senza rapporti con gli altri. L’intento degli organizzatori è quello di invertire la rotta: produrre un’occasione di incontro e sensibilizzare la cittadinanza verso questo patrimonio naturale, sempre più in pericolo a causa dell’inquinamento, delle mire affaristiche dei privati e del disinteresse delle Istituzioni comunali e regionali.

Involata dal drone 4 - Copia (2)Il programma completo dell’iniziativa “Il Parco che non c’è” prevede a partire dalle ore 16.30 di venerdì 24 giugno un convegno sul ventennale del Parco presso il Museo Archeologico Rodolfo Lanciani di Montecelio a cui interverrano numerosi esperti del settore. Poi, la giornata di sabato 25 giugno è ricchissima di attività: alle ore 9.00 appuntamento alla rotonda “Immaginetta”, incrocio Via degli Spagnoli/Pietrara/Selciatella, per una passeggiata naturalistica e faunistica lungo la Via della Selciatella fino alla tenuta di Tor Mastorta a cui seguirà un pic-nic con pranzo al sacco in Via Spagna a Marco Simone da dove alle ore 17.00 partirà un’altra passeggiata alla scoperta del Mausoleo di Monte dell’Incastro. Interessantissime anche le iniziative proposte per la giornata di domenica 26 giugno: per esempio a partire dalle ore 18.30 si partirà da Via Tacito (A Marco Simone) per una visita guidata alla Chiesa rupestre di San Nicola e al Mitreo ipogeo all’interno.Still00ee4b69Dopo la visita è previsto un aperitivo a sottoscrizione libera sul prato dove sarà possibile rifocillarsi, rilassarsi con un po’ di musica, scambiarsi idee e suggestioni e stare insieme fino al tramonto. Il programma è molto ampio e le cose da fare e da vedere sono moltissime, quindi non resta che vestirsi comodi, prendere coraggio e uscire alla scoperta del nostro territorio, conoscere i cittadini, le associazioni e i collettivi che provano a farlo vivere perché solo così sarà possibile strappare all’abbandono e agli artigli dell’affarismo un pezzo di storia e di natura così prezioso per tutti noi.

Matteo Castorino