Il M5S di Marcellina chiede l’impegno del Consiglio comunale al contrasto del gioco d’azzardo #NOSLOT

Nella società italiana il gioco d’azzardo è sempre stato considerato un comportamento a rischio, infatti è vietato su tutto il territorio nazionale, salvo deroga su concessione.

Dalla seconda metà degli anni novanta le deroghe sono state tuttavia talmente numerose da fare letteralmente esplodere il gioco d’azzardo in decine di migliaia di punti di offerta, senza rallentare neanche negli anni più bui della crisi economica. Le sale slot, le sale bingo e i punti scommesse hanno cambiato il volto delle strade di tutte le città italiane, anche nei classici bar le macchinette sono divenute ormai onnipresenti.

Nel 2016 sono stati spesi nel gioco 95 miliardi (il 4,4% del PIL), 7 in più dell’anno precedente, mentre nel 2008 erano 47,5. Nel 2012 il decreto Balduzzi ha cercato di porre un freno al moltiplicarsi delle occasioni di gioco, ma i decreti attuativi, necessari ai fini dell’applicazione della norma, non sono mai stati emanati.

Con questa Mozione che ha come primo firmatario Alessandro Marulli ma firmata anche da tutto il gruppo Futura chiediamo al Consiglio Comunale di Marcellina di impegnarsi:

  • a studiare idonee azioni per contrastare questo fenomeno, compresa l’adozione di incentivi fiscali attraverso una riduzione su IMU e TARI a favore dei locali commerciali che decidono di non ospitare slot machines e videopoker;
  • ad incrementare i controlli degli organi competenti per garantire il rispetto delle leggi in materia di giochi d’azzardo elettronici;
  • ad aderire quanto prima al “Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo” e nell’attuare tutte le procedure in esso contenute a difesa della nostra comunità e del bene comune.

TENIAMO LONTANO IL GIOCO D’AZZARDO DALLE SCUOLE…

 

Mozione #NOSLOT