Ricorso dei genitori

Mense: a Guidonia genitori in rivolta nelle scuole contro l’ISEE.

Capannelli di genitori arrabbiati fuori le scuole di Guidonia Montecelio a brandire petizioni e indire riunioni più o meno ufficiali sull’ultima occasione di scontro tra l’amministrazione e i cittadini: le modalità di iscrizione alla mensa del prossimo anno.
Sotto il fuoco incrociato di genitori e CAF la richiesta da parte degli uffici di Piazza 2 Giugno di presentare sempre ed in ogni caso la dichiarazione ISEE o in alternativa una autocertificazione che non si ha diritto a nessuna agevolazione sulla tariffa perchè si guadagnano più di 60.000 € l’anno, firmata da entrambe i genitori.
<<Non capiamo perché il Comune voglia imporre a chi non vuole o non può presentare l’ISEE di firmare una dichiarazione falsa sui propri redditi. Chi non consegna il documento, venga direttamente messo nella fascia alta senza indurci a dichiarazioni mendaci>>. E infatti nella lettera firmata dal dirigente Cardoni è scritto a chiare lettere la risposta al quesito posto dal dirigente scolastico dell’IC Manzi, con l’indicazione della imprescindibile necessità di sottoscrivere da entrambe i genitori una dichiarazione di avere un reddito elevato in caso di mancata consegna del modulo ISEE adducendo a non meglio specificate motivazioni di “permettere agli Uffici comunali di porre in essere correttamente gli atti di spettanza”.
Un problema, quello dell’ISEE, che comporta molti aspetti di difficoltà per le famiglie e per i CAF. L’anno fiscale di riferimento, il 2015, non è ancora chiuso per moltissime categorie di lavoratori, come ad esempio gli autonomi ed è quindi difficile riuscire ad ottenere la certificazione. Ci racconta un operatore CAF: <<Questo periodo abbiamo scadenze di tutti i tipi, l’ISEE è un indicatore complesso che non può essere rilasciato in maniera semplice perché i documenti da presentare sono molti e la procedura è complessa, ed in ogni caso l’INPS si prende a volte anche 20 giorni per terminare la pratica>>.
Un’apertura dell’amministrazionmensa,e è stata quella di allungare i termini per la presentazione dei documenti al 15 Luglio, ma in commissione sono state avanzate proposte di uniformare la consegna direttamente a settembre come avviene nel comune di Roma quando tutte le pratiche fiscali sono concluse.
Un’ombra di illegittimità viene anche sollevata da un’interrogazione del Movimento 5 Stelle, che riprende una sentenza del TAR Toscana (559 del 11/04/2013) che ritiene non si può usare l’ISEE, concepito come indice di capacità contributiva per i servizi socio assistenziali, per un servizio non assistenziale a domanda individuale. Avvertono i consiglieri 5 stelle sottoscrittori <<Oltre che difficoltoso per le famiglie, l’utilizzo dell’indice porterebbe anche ad un’illecito difficilmente giustificabile e aprirebbe la porta ad una serie di ricorsi>>.