Michel Barbet, candidato sindaco del M5Stelle a Guidonia Montecelio, visita la sede dell’associazione culturale “La Vunnella” che il Commissario Prefettizio vuole mettere in vendita

 Michel Barbet, candidato portavoce sindaco del M5S a Guidonia Montecelio, anche oggi ha voluto essere tra la gente per conoscere in prima persona le problematiche dei cittadini. Sta facendo un tour in tutte le circoscrizioni che compongono il vasto territorio del comune e raccogliere in una sorta di libro bianco tutto ciò che i cittadini, abbandonati dalle istituzioni, denunciano. Con questo spirito, accompagnato da alcuni attivisti, nel pomeriggio di domenica 2 aprile, nonostante la pioggia, è salito a Montecelio. Ha ascoltato e preso atto delle problematiche che affliggono questo borgo storico, lasciato all’abbandono dalla vecchia politica con le passate amministrazioni. Ancor di più: Il Commissario Prefettizio a causa dei debiti accumulatisi negli anni, per fare cassa e ripianare il grave deficit, vuole alienare alcuni edifici storici del borgo di proprietà comunale. Oltre ad altri beni, verrebbero messi in vendita edifici storici come la ex casa delle suore e l’ex centro anziani, ora sede dell’associazione culturale “La Vunnella”. Altro problema che affligge i residenti, è l’insufficiente erogazione dell’acqua potabile, specialmente nelle abitazioni più alte del borgo. Ma quello che i monticellesi non vogliono assolutamente, è la annunciata vendita della sede dell’associazione della “Vunnella”, dove tra l’altro è allestito un piccolo museo ad essa dedicato ed è possibile imparare l’arte del ricamo con il tombolo.  Per evitarne la vendita c’è stata anche una raccolta di firme. Per questo Michel Barbet ha voluto incontrare la presidente dell’associazione Agnese Bufalieri, la quale gli ha espresso il suo disappunto per la volontà del Commissario di vendere l’edificio. Gli ha poi raccontato dei problemi che affronta economicamente per tenere in piedi la sede e tenere viva la tradizione della “Vunnella”, senza mai aver avuto un minimo aiuto dell’amministrazione comunale.  Michel Barbet, si è fatto carico del problema e delle preoccupazioni esternategli della presidente e ha promesso che in caso di una sua elezione a sindaco della città, prenderà a cuore il problema e cercherà di risolverlo, anche per mantenere in vita una antica e bella tradizione che non può morire. Al termine della visita la presidente gli ha donato un volume con la storia della “Vunnella”, scritto dalla dottoressa Maria Sperandio, esperta d’arte e mente storica di Montecelio,

Ang. Scip.

VAI ALLA FOTOGALLERY

Questo slideshow richiede JavaScript.