Monterotondo: I Carabinieri scoprono una estesa piantagione di marijuana nell’agro di Civitella San Paolo. Arrestato il coltivatore diretto

CIVITELLA SAN PAOLO (RM) – I Carabinieri della Stazione di Fiano Romano hanno arrestato un 45enne del posto con l’accusa di detenzione e coltivazione di sostanza stupefacente.

I militari erano impegnati in una seri di servizi di pattugliamento delle aree rurali, recentemente intensificati per l’emergenza incendi, quando hanno individuato in un terreno ubicato in località Caricarole un’estesa piantagione di canapa indiana composta da 85 piante, le più alte delle quali sfondavano quota 2 Mt, per complessivi 70 Kg di marijuana.

L’ignoto coltivatore aveva anche progettato e messo in opera un sofisticato impianto di irrigazione automatizzato, regolato da timer.

Seguendo l’impianto idrico, i Carabinieri sono arrivati all’abitazione del 45enne dove, nel corso della perquisizione, sono stati recuperati altri 320 g di marijuana pronta per essere venduta.

Le piante sono state estirpate e sequestrate e verrà inviata ai laboratori chimici per gli opportuni esami qualitativi, il “coltivatore diretto”, invece, è stato posto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Nell’ambito di mirati servizi di contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacenti, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Monterotondo hanno arrestato, nel Comune di Fonte Nuova, un 25enne originario di Sant’Angelo Romano (RM), già conosciuto alle forze dell’ordine, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane, durante un controllo alla circolazione stradale scattato lungo la SP Palombarese, è stato trovato in possesso di circa 10 g di hashish e di oltre 800 euro in contanti, sequestrati poiché ritenuti provento della sua attività illecita.

Il 25enne è stato posto agli arresti domiciliari, così come stabilito dall’A.G. di Tivoli.

A Formello la Guardia di Finanza scopre un’altra piantagione di cannabis. Sequestrati 60 chili di arbusti. Arrestata una persona

In un’altra operazione della Guardia di Finanza, è stata scoperta a Formello una piantagione di cannabis. Era ben occultata nel giardino di una villa ubicata nella zona residenziale di Formello la coltivazione di cannabis individuata dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma, grazie all’avvistamento dall’alto di un velivolo del Reparto Operativo Aeronavale di Civitavecchia, al cui interno sono stati rinvenuti circa 60 chili di arbusti che avrebbero permesso l’estrazione di 28 chili di marijuana. Durante un volo di perlustrazione del territorio capitolino, l’equipaggio dell’elicottero della Sezione Aerea di Pratica di Mare ha rilevato la presenza della rigogliosa piantagione in località Formello (RM). La circostanza è stata immediatamente comunicata ai “Baschi Verdi” del Gruppo Pronto Impiego di Roma che hanno subito proceduto alla perquisizione di una casa indipendente, dove un pregiudicato di 56 anni si era organizzato per la coltivazione della marijuana. Sono state individuate tre zone, ognuna delle quali dedicate alle varie fasi di sviluppo delle piante: una cantina per il germoglio delle piantine – dotata di sofisticati impianti di areazione e irrigazione, con lampade al neon e varia strumentazione, utile a riprodurre artificialmente le condizioni ambientali ideali per la crescita dei semi, oltre a fertilizzanti, utensili e prodotti chimici; all’esterno dell’abitazione, una serra attrezzata per lo sviluppo intermedio delle piante, infine, la piantagione vera e propria. Quest’ultima, costituita da piante alte oltre 2 metri, era ubicata nelle vicinanze di un boschetto, proprio allo scopo di nasconderla il più possibile alle attività di osservazione aerea delle forze di polizia. I fusti di cannabis sequestrati che non avevano ancora raggiunto la piena maturazione, verranno ora sottoposti agli esami di laboratorio per stabilire la quantità di principio attivo contenuto. L’abile “agricoltore” è stato tratto in arresto per il reato di coltivazione illecita di sostanze stupefacenti.

Red

GUARDA IL VIDEO