Natale di solidarietà ed integrazione al Consultorio di Setteville

Feste alle porte ma atmosfera e senso del Natale lontanissimi? Allora vi avrebbe fatto tanto bene essere stati presenti alla festa organizzata dagli operatori del Consultorio di Setteville, una realtà che da oltre un ventennio crea quella coesione sociale coniugata al servizio sanitario pubblico che sarebbe da prendere ad esempio ovunque.

sdr
L’albero di Natale con le foto delle ecografie dei bimbi in procinto di nascere

Ad accogliere i cittadini, un bellissimo albero di Natale realizzato dalle partorienti del corso di preparazione alla nascita, con tantissime decorazioni ripiene delle immagini delle ecografie dei bimbi.

Spiegano la psicologa Rosalba Carosi e l’ostetrica Antonella Catarinella, anima e corpo delle iniziative del Consultorio: “Il nostro obiettivo è sempre stato quello di fare rete con le realtà del territorio in modo da offrire ai nostri utenti non soltanto il servizio nella sua essenzialità, ma un atmosfera di accoglienza e di allontanamento del senso di solitudine, alla base di moltissimi disagi dei nostri tempi. E possiamo dire di esserci riuscite”. Soddisfazione è stata espressa anche da Loredana Masi, responsabile per il distretto di Guidonia dei consultori della ASL RMG: “Gli utenti e le loro famiglie che si rivolgono al nostro servizio hanno bisogno di sentirsi al centro delle nostre attenzioni proprio per la particolarità del lavoro che svolgiamo. Queste occasioni ti danno la misura della qualità dell’intervento che svolgiamo nel tessuto sociale cittadino”.

Oltre una trentina le famiglie presenti, con bimbi di qualche anno, altri di pochi mesi e tanti pancioni. E durante il buffet in pieno stile ognunoportaqualcosa, in quel miscuglio di etnie, religioni, provenienza e linguaggio a farla da padrone era l’universale voglia di stare insieme e condividere.

A fare la sua apparizione anche un Babbo Natale che ha regalato a tutti i bambini presenti i doni offerti da tanti cittadini e recuperati dal Comitato dei Cittadini di Marco Simone nelle settimane scorse.

Presente come in tutte le iniziative sociali ed aggregative della zona, l’Associazione

, che con le loro tute arancioni hanno garantito calore e sicurezza per tutta la festa che si è protratta fino al pomeriggio avanzato.