Il Palazzetto dello Sport di Guidonia lasciato all’abbandono tra incuria e vandalismo

Di opere e strutture con lavori iniziati e mai conclusi  Guidonia Montecelio ne vanta in abbondanza. Tanto per citarne qualcuna parliamo dell’Isola ecologica in via dei Tartari, che non si sa quando entrerà in funzione. Ma poi c’è la sagra dei parchi gioco, in molti casi terminati ma mai aperti. Parliamo dello Skate Park di Collefiorito, i parchi di Via Percile e via La Maddalena a Marco Simone, o quello di via Tiziano Vecellio a Pichini, o ancoro  quello della Pinetina a Casacalda.

Ma c’è una struttura in particolare, mai ultimata che grida vendetta per gli scempi e le ruberie che ha subito. Stiamo parlando del Palazzetto dello sport al Bivio di Guidonia.

Chi scrive se ne è occupato più volte, l’ultima proprio sulle pagine del Colibrì News lo scorso mese di giugno.

Questa struttura ha iniziato la sua “vita” travagliata sin dal 2007 e già nel 2008, l’anno successivo, doveva essere terminata. Dopo svariate vicissitudini, nuovi appalti, nuovi finanziamenti, annunci di imminente apertura sbandierati dal politico di turno, i lavori a luglio del 2014 sembravano conclusi almeno in tutta la parte interna. Rimaneva da completare i lavori all’ esterno che erano a carico dell’amministrazione comunale, per l’asfaltatura dei viali d’accesso, dei parcheggi e la sistemazione dell’area riservata al verde. L’impresa incaricata ad effettuare i lavori aveva già trasferito all’interno dell’area le attrezzature per eseguirli, ma i lavori non furono mai eseguiti. Chissà perchè…

Ma senza rivangare tutte le vicende passate, veniamo all’oggi e alla motivazione che ci spinge ad interessarcene nuovamente. La struttura è abbandonata, senza nessun controllo, ormai da due anni e piange il cuore a vederla andare in malora. Abbiamo constatato con i nostri occhi  dopo molte segnalazioni, che l’impianto, specialmente nella sua parte esterna, è lasciato di nuovo nelle mani di vandali e ladruncoli. Da un cancello posto nel retro si può accedere all’interno semplicemente sganciando un pezzo di filo di ferro. E’ quello che abbiamo visto fare da due individui (dalle sembianze sembravano rom) che una volta dentro hanno cominciato rovistare tra le rimanenze del cantiere ancora in essere nella struttura. Altro problema che incide sul degrado sono le sterpaglie che ormai ricoprono tutta l’area e che nessuno provvede a tagliare.

E’ pur vero che a Guidonia ci sono  problemi ben più gravi. Ma almeno quelli più elementari vogliamo risolverli? Istituire un servizio di sorveglianza e mettere una catena con lucchetto ad un cancello non mi sembra un problema insormontabile. Così come provvedere a sfalciare le erbacce cresciute a dismisura e che infestano tutta l’area esterna di questa struttura che è anche architettonicamente bella a vedersi.

Questa situazione di degrado la segnaliamo al Commissario Prefettizio Giuseppe Marani e al dirigente dei Lavori Pubblici .

Intanto se ne è fatto carico il Movimento 5 Stelle di Guidonia Montecelio e qualche giorno fa un gruppo di militanti ha manifestato con un flash mob davanti alla struttura per chiederne la sua messa in sicurezza e la ripresa dei lavori di completamento.

Angelo Scipioni

GUARDA IL VIDEO  E LA GALLERIA FOTOGRAFICA

 

Questo slideshow richiede JavaScript.