Pestaggio metro: Roma e Tivoli parte civile

La sindaca di Roma Virginia Raggi al termine della visita al ragazzo di 37 anni picchiato nella metro di Roma, 20 settembre 2016. ANSA/ALESSANDRO DI MEO
La sindaca di Roma Virginia Raggi al termine della visita al ragazzo di 37 anni picchiato nella metro B.

Queste le parole della Sindaca, Virginia RaggiSono appena andata a trovare in ospedale Maurizio, il giovane picchiato brutalmente domenica scorsa su un vagone della metro B. Questi episodi di violenza brutale non devono mai più accadere. Npestaggio-metropolitanaoi li condanniamo fermamente e ci costituiremo parte civile nel processo contro gli aggressori.

I cittadini ci chiedono più sicurezza. Per questo stiamo lavorando per rafforzare presidi e controlli all’interno delle stazioni della metro e nei treni. Ciò che è successo a Maurizio ci deve far riflettere anche sul coraggio che lui ha avuto nel denunciare qualcosa che non andava. Dobbiamo ricostruire un senso di comunità affinché nel futuro nessuno possa più trovarsi solo come Maurizio”

Il 37enne di Tivoli, Maurizio di Francescantonio aggredito in metropolitana è  in prognosi riservata con fratture craniche: si era lamentato perché i due picchiatori fumavano nel treno e la madre aveva difficoltà a respirare. Arrestati per tentato omicidio. Anche il Comune di Tivoli si costituirà parte civile, lo rende noto il sindaco Giuseppe Proietti.