Pinciarelle all’amatriciana, musica e storie per Amatrice Domenica 11 Settembre a Guidonia

Grandissimo evento di solidarietà, gusto e spettacolo DOMENICA 11 Settembre dalle ore 16 fino a tarda sera.

Sul palco del Parco Caduti di Nassiriya a Guidonia si alterneranno i più rappresentativi gruppi musicali del territorio, presentati da Andrea Galasso, che proporrà al pubblico alcune delle storie protagoniste dello spettacolo di Story Telling che ha portato in tante piazze italiane.

A farla da protagonista sarà l’Associazione Culturale Sapori & Folklore Montecelio, famosissimi organizzatori della fortunata “Sagra delle Pinciarelle” che per l’occasione verranno cucinate sugo all’Amatriciana.

Le Pinciarelle è uno dei piatti tipici dell’antico borgo cornicolano di Montecelio e gli ingredienti, di base sono costituiti da farina di grano duro e acqua, che ben mescolati e modellati a mano, in forma di grossi spaghetti, vengono conditi con una salsa semplice di pomodoro, in questa occasione all’Amatriciana e gli ingredienti principali sono guanciale, formaggio e pomodoro.

Lo spettacolo ci sarà poi anche ai margini dell’area del Parco, grazie alla presenza delle fantastiche motociclette dei membri dell’Associazione MPM Roma & 8212 Fautores, i mitici “Bikers” con sede sulla via Tiburtina.

Partecipano attivamente all’evento, organizzato dall’Associazione di Promozione Sociale La Sesta Stella, i responsabili dell’Associazione Umanista Atlantide, del Collettivo Fuoricentro, dell’Associazione Manualmente Onlus, e del grandissimo gruppo facebook “Guidonia: Regalo, vendita, baratto e offerte di lavoro” che ha raggiunto i quasi 30.000 membri.

Le associazioni fanno sapere che tutti i fondi raccolti nella serata saranno destinati a progetti scelti e rendicontati dalle associazioni nelle zone colpite dal terremoto.

Sul palco si alterneranno per tutta la giornata:
Shocking Blues (Rock Blues), Creedence Legend (Cover Credence Clearwater), 7 e 40 (Cover Lucio Battisti), Francesco Vinciotti & Giorgia Saccocci, Geomag, I Capobanda, Matteo Rossi e Mariella Cesaroni, Claudio Caruso