Presentata al Palazzo Comunale la campagna contro l’abbandono dei rifiuti. Assessore Guida: In prima linea contro chi inquina, anche con telecamere e volontari. Elevate già molte sanzioni.

L’abbandono dei rifiuti in strada rappresenta un grande segno di inciviltà e di mancanza di rispetto verso gli altri cittadini e l’ambiente, oltre che causare una importante perdita di denaro pubblico.
Con questa campagna di sensibilizzazione vogliamo far capire che contribuire a vivere in un ambiente pulito ed in una città più decorosa è un dovere di tutti i cittadini.
Sono state scelte immagini poco rassicuranti e emotivamente fastidiose, che propongono l’abbandono di rifiuti come un problema sociale che riguarda tutti e non potrà mai essere giustificato con la semplice ignoranza delle norme. Nel messaggio non c’è né giudizio né soluzione, ma solo la presa d’atto del basso grado di coscienza civile e morale di chi abbandona rifiuti.
Per i cittadini di Guidonia Montecelio, lo smaltimento dei rifiuti è facilitato con il sistema porta a porta e con il ritiro gratuito direttamente a casa propria degli ingombranti che possono anche essere conferiti all’isola ecologica in via Lago dei Tartari e nelle giornate ecologiche “mobili” del sabato mattina. Non ci sono scuse, insomma.
Un particolare accento va posto inoltre sui costi che l’amministrazione deve sostenere per ripulire dove gli incivili sporcano, andando a pesare consistentemente anche sulla TARI a carico dei cittadini onesti.
Oltre alla campagna di sensibilizzazione, l’Amministrazione sta procedendo di pari passo anche con l’installazione di fototrappole che permettono alla Polizia Locale di elevare pesanti sanzioni a chi inquina (già sono state elevate diverse multe da 600 euro), ma chiaramente l’educazione del cittadino è l’arma migliore per contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti.
Un valido supporto sarà anche assicurato dal Nucleo Tutela Ambientale che entrerà in servizio a giorni, un’associazione di volontari selezionata grazie ad un avviso pubblico e che opererà un capillare controllo del territorio per sanzionare sia chi abbandona i rifiuti che chi non esegue correttamente la raccolta differenziata.