Pronto il Piano d’Assetto dell’Inviolata: sviluppo sostenibile e tutela di Ambiente e Archeologia

Mercoledì 17 nel pomeriggio in un’incontro aperto ai soli proprietari dei terreni ricadenti all’interno del Parco Archeologico e Naturale dell’Inviolata, verrà presentato il documento fondante di ogni area protetta: Il Piano d’Assetto. Praticamente, un piccolo pian regolatore, che a seconda delle specificità e caratteristiche di ogni lembo di terra, indicherà l’utilizzo che se ne potrà fare, nell’ottica del rispetto delle esigenze dei proprietari e della tutela stabilita dalla legge. In questi mesi sono state collezionate informazioni di vario genere, sia sulla presenza di specie animali e vegetali da preservare, che delle risultanze archeologiche per poter correttamente “zonizzare“, come si dice in gergo architettonico, una delle ultime e più belle porzioni residue della campagna romana.

Il testo dell’avviso pubblico

Si legge nel comunicato apparso sul sito del Parco dei Lucretili, che gestisce l’Inviolata da Agosto scorso: “Mercoledì 17 Maggio alle ore 15 presso la sala conferenze del Museo Rodolfo Lanciani di Montecelio verrà presentato dai tecnici e dai vertici del Parco del Monti Lucretili il Piano d’Assetto del Parco Archeologico e Naturale dell’Inviolata. In questo primo incontro, aperto soltanto ai proprietari dei terreni e degli immobili ricadenti nel perimetro dell’area protetta, verranno illustrate le linee guida e le scelte di zonizzazione operate dalla società che in accordo con le strutture operative e amministrative dell’Ente Parco hanno redatto la pianificazione. Una volta raccolte ed elaborate le osservazioni dei proprietari, l’Ente Parco organizzerà un nuovo appuntamento aperto a tutti i cittadini e le associazioni”.

Un nuovo e concreto passo avanti verso la piena fruizione delle potenzialità del parco dell’Inviolata per tutti i cittadini.

Red