Prosegue il “ZOZZONI TOUR” a Guidonia Montecelio

Planet, Pisano
Montecelio, via di Carciobove

Certo qualcuno dirà: che noia… si parla sempre di “monnezza”…ma purtroppo ritengo che parlarne sia l’unico modo per cercare di sensibilizzare le persone a rispettare l’ambiente dove viviamo. Voglio ricordare le parole di una consigliera di minoranza che definiva gli slogans usati per la campagna di sensibilizzazione contro l’abbandono dei rifiuti, offensivi verso i cittadini. Forse era più opportuno che spendesse parole di riprovazione e condanna contro chi li abbandona i rifiuti! La nostra città, purtroppo è infestata da questa brutta specie di “ZOZZONI” ed è giunto il momento di pensare a più seri e concreti provvedimenti.

Ho fatto un giro sul territorio. Intorno al Planet, vicino alle scuole Pisano e Volta, vicino all’Isola ecologica, ci sono rifiuti di ogni genere. Altre discariche le ho incontrate in via Carcibove dietro il cimitero, in via delle Cave a Villanova e su via della Longarina subito dopo il cavalcavia della ferrovia. Sembra quasi che ci sia un disegno preordinato per boicottare questa città. Le discariche di rifiuti di ogni tipo, hanno invaso tutto il territorio, senza tralasciare nessun quartiere. Questa cosa mi ricorda l’inizio del governo di Virginia Raggi a Roma, dove in giro si trovava di tutto, dai frigoriferi al sacco dell’umido.

Eppure quando specularmente si disse che i rifiuti di Roma sarebbero stati portati qui sul nostro territorio, Il popolo benpensante si scagliò subito contro l’amministrazione…ed era solo un sospetto mai concretizzatosi. Magari alcune persone che protestarono in quella occasione (sui social ci fu il finimondo) e che magari si sono sentite offese dalla recente campagna di sensibilizzazione ambientale intrapresa dal Comune e dalla Techneko, sono tra quelli che abbandonano poi i rifiuti cioè gli ZOZZONI.

Mi e vi ripeto la domanda…perché? Cos’è che spinge un cittadino ad un comportamento così incivile? La pigrizia? Un qualche interesse? Semplice maleducazione? O forse tutte queste cose insieme? Ho aperto dei sacchi per vedere cosa contenessero e dentro veramente c’era di tutto…dagli sfalci e potature, sacchi pieni di plastica pronti per essere smaltiti, guanti, pennelli e barattoli sporchi di vernice o cumuli di calcinacci, vecchi pneumatici etc. etc. Chi paga la TARI perchè dovrebbe esporsi al rischio di essere “beccato e sanzionato?” Sinceramente non so darmi una risposta.

La nostra amministrazione si sta impegnando al massimo per cercare di combattere questo odioso fenomeno. Andrebbero inasprite le sanzioni per chi viene colto in flagrante e se ci sono gli estremi, andrebbero perseguiti anche penalmente. Ma senza l’aiuto di tutti noi, tralasciando il nostro credo politico di appartenenza,  non possiamo farcela. Riciclare nel modo giusto, educare i nostri ragazzi al rispetto del territorio, denunciare chi sporca. Questo è l’unico modo per uscire da questo fenomeno che porta sempre più al degrado del nostro territorio.

Vorrei fare un appello a queste persone che senza un minimo di coscienza e con molta superficialità sporcano quella che è anche la loro casa…SMETTETELA…basta con questi comportamenti insulsi e vigliacchi…state facendo del male anche a voi stessi ed ai vostri figli se ne avete. E ai nostri amministratori dico che bisogna cercare di fare qualcosa di concreto per fermare tutto questo.

Maurizio Celani