Richiesta di rettifica al Comunicato del M5S di Fonte Nuova pubblicato su Colibri News il 3 gennaio u.s.

Da “donatella.ibba” A “contatti@colibrinews.it” Cc “alessandra paparelli” Data giovedì 5 gennaio 2017 – 17:34

 

Richiesta di rettifica al Comunicato del M5S di Fonte Nuova pubblicato su Colibri News il 3 gennaio u.s.

Alla c.a. del Direttore ANGELO SCIPIONI

Poichè a tutt’oggi non è stata pubblicata alcuna rettifica al Comunicato in allegato (All.1) , pubblicato nel web e su Fb da Colibri News, nonostante ne abbia argomentato le incongruenze, elenco qui di seguito per maggior chiarezza l’elenco dei punti in contestazione, dato che i componenti del Movimento 5 Stelle di Fonte Nuova dichiarano pubblicamente in tale Comunicato che il contratto sottoscritto tra il Comune di Fonte Nuova e l’ATI Paoletti Cooplat sia stato difforme al bando di gara e al capitolato d’appalto, quando difforme assolutamente non è, essendone gli stessi parte integrante e sostanziale, e dichiarano persino che sia stato “redatto in maniera accomodante”, ledendo indirettamente l’immagine della sottoscritta, già Assessore all’Ambiente di detto Comune, proponente il bando di gara e gli atti amministrativi contrattuali che si sono poi susseguiti.

Pertanto in relazione a quanto qui di seguito elencato nel comunicato, laddove si cita nel Comunicato :

– “Il secondo punto metteva l’attenzione sul servizio di gestione dell’isola ecologica che l’appaltante avrebbe dovuto svolgere, infatti nella gara e nel capitolato speciale d’appalto viene specificato tale servizio con anche una somma precisa che spetterebbe all’appaltante circa € 350.000 mentre nel contratto questo obbligo non viene più specificato ed i soldi rientrano nella cifra totale del contratto nella voce più generica servizi, fatto sta che i soldi ci sono ma non c’è più l’obbligo del servizio”….

preciso che Il M5S non ha fatto presente che è stato stipulato in pari data del contratto di base un Accordo Integrativo, (All.2), dove si è sottoscritto: …omissis

                        “PERTANTO, SI CONCORDA TRA LE PARTI,

 che nelle more del completamento dell’erigenda isola ecologica comunale e quindi nel periodo transitorio della consegna da parte della Stazione Appaltante dell’isola ecologica comunale in Loc. Cerquetta e di tutte le relative autorizzazioni, di utilizzare la cifra contrattuale destinata alla gestione ed allestimento dell’isola ecologica a favore della fornitura e gestione di una o più “isola ecologica mobile” a compensazione del canone riconosciuto annualmente per detto servizio.”

———————————————————————————————————————————————————————————–

laddove si cita:

“Il terzo punto verteva sui due anni opzionali per il prolungamento del contratto, infatti nella gara d’appalto e nel capitolato speciale il valore complessivo del contratto è di circa € 21.000.000 ossia 5 anni più 2, mentre nel contratto firmato la cifra riguardante i due anni circa € 6.000.000 non viene specificata ed il valore del contratto si riduce a € 15.000.000 ciò significa visto che farà fede il contratto la Paoletti a fine dei 5 anni potrà rimettersi seduta al tavolo delle trattative e firmare il contratto dei due anni opzionali ad altre cifre.”

preciso che il Contratto (All.3) recita:

 “all’Art.2 ‐ ‐ Durata del contratto 1.

 La durata dell’appalto è stabilita in anni 5 (cinque) con decorrenza dal 26/02/2016 e scadenza il 25/02/2021. Alla sua scadenza il contratto può essere prorogato alle medesime condizioni contrattuali per un periodo di tempo pari ad anni 2 (due).”

…ovvero circa a 3 milioni di euro annui aggiuntivi, per un totale di 6 milioni di euro….unici adeguamento previsto l’ ISTAT e la cauzione definitiva in proporzione come da art.4 dello stesso Contratto.

—————————————————————————————————————————————————————————————-

laddove si cita:

“Quarto punto riguarda i servizi a misura, ossia gli extra, quindi tutti i servizi che sul contratto non sono previsti. Infatti nel contratto e nel capitolato speciale d’appalto c’era la possibilità di dare un valore complessivo a questi servizi ma che come al solito spariscono dal contratto quindi tutti i servizi extra o a misura dovranno essere pagati con capitoli di spesa nelle pieghe del nostro bilancio comunale, con il rischio, visto gli ultimi tre bilanci, ed il periodo di seria crisi economica, che si attinga direttamente dai soldi del contratto deprezzandolo.

” preciso che non ci sono servizi che “spariscono dal contratto”, ma che come prassi vuole dovranno essere conteggiati “a misura” trattandosi anche di rimozione di discariche abusive, di rifiuti speciali o pericolosi che vanno valutati e autorizzati, caso per caso, alla Ditta, secondo i codici CER per cui possiede o meno autorizzazione, e che non è possibile quantizzarne in maniera forfettaria i costi ab origine, poiché magari diversamente potrebbero produrre anche vero danno erariale.

——————————————————————————————————————————————————————————————

Per quanto attiene gli altri punti del Comunicato del M5S extradocumentali, preciso che non entro al momento nel merito essendoci anche un’indagine degli inquirenti in corso, poichè  altri soggeti avranno l’onere nel caso  di rispondere di eventuali azioni che dovessero risultare improprie o carenti che si sarebbero susseguite, dato che, successivamente alla firma degli atti in data 28 aprile u.s è subentrato all’Assessorato all’ Ambiente del Comune di Fonte Nuova  un altro Assessore… e che, prendendo a prestito una frase dal Comunicato mel M5S,  per quanto riguarda la sottoscritta: ” Gli atti che sono stati compiuti non sono mai stati solo parole di politici che millantano azioni spacciandole per fatti”.

Allego pertanto la documentazione comprovante quanto sopra e chiedo che venga fatta immediata rettfica, ai sensi della Legge 3 febbraio 1963, n. 69 e smi, pubblicandone l’articolo nel web e sui Gruppi di Fb, come l’altro, ed inviandomene copia, eventualmente in caso di mancanza di pec. 

Grazie dell’attenzione e distinti saluti

Donatella Ibba