Scuola Setteville Nord, polemiche sui criteri di ammissione. La dirigente disponibile al confronto con i genitori.

A pochi giorni dall’apertura delle iscrizioni alla scuola elementare e media di Setteville Nord, facente parte dell’Istituto Comprensivo Giuseppe Garibaldi, scoppia la polemica sui criteri di iscrizione dei potenziali alunni delle classi prime del plesso di via Appiano. La cosa riguarderebbe soltanto il caso (probabile) che le richieste siano superiori ai posti disponibili, e solo sulle nuove iscrizioni alle prime, elementari e medie, per i ragazzi provenienti da altre sedi o istituti.

<<Alcuni criteri di preferenza che danno un punteggio notevole sono in palese contrasto con la normativa vigente – spiega una delle mamme che vede nelle regole della Garibaldi il proprio figlio fuori gioco – e stiamo organizzando una petizione per chiedere di rivederli>>.

Il dirigente scolastico dal canto suo, dopo un primissimo diniego alla riaperura di una questione chiusa a dicembre scorso, ha invitato il Consiglio di Istituto a fare delle proposte migliorative per poter venire incontro alle richieste dei genitori, senza però snaturare il provvedimento passato in assemblea. A prescindere dalla correttezza o meno dei criteri, comunque, la modifica al regolamento si è resa necessaria dalle ristrettezze di una scuola bella, ma nata già piccola, dato che si potranno istituire solo tre classi di primaria e tre di secondaria. E si, perchè le aulee a disposizione sono risicatissime per quel numero di classi e basta, al netto anche di alcuni laboratori “sacrificati” in corso d’opera per far posto alle normali attività didattiche. Lo scorso anno per far tutti contenti, venne creata una prima classe elementare in più, proprio per non lasciare a piedi nessuno, ma quest’anno non sarà possibile rifare il miracolo e un criterio per far fronte alle numerose domande, dovrà essere per forza di cose adottato.

Per inscenare una nuova battaglia della guerra tra poveri, probabilmente già nella giornata di martedì 23 Gennaio si riuscirà a riunire attorno ad un tavolino tutte le anime in campo per trovare una soluzione che, lungi dal far piacere a tutti, almeno non lasci troppi scontenti.