Scuole a Fonte Nuova: il punto con il Comitato Genitori

La redazione di  Colibrì News ha incontrato il Comitato dei Genitori di Fonte Nuova, rappresentato da Sigfrido Ranfi, Presidente, Cesidio Pulsone, Vice Presidente e Mauro Catalano, segretario.

A seguito del primo incontro avuto con la Sub Commissaria, Maria Pia Terraccianscuolao ed il Comitato dei Genitori di Fonte Nuova (era assente per motivi personali il rappresentante dell’istituto scolastico De Filippo, Fabrizio Panella), abbiamo voluto fare con loro il punto della situazione sul delicatissimo tema delle scuole di Fonte Nuova.

L’incontro avuto recentemente con il Commissario prefettizio, dott.ssa Raffaela Moscarella, ed in particolare con la Sub Commissaria, mirava ad approfondire e a rendere partecipe il Vice Prefetto relativamente a numerose problematiche che vedono coinvolte le scuole del nostro territorio, rimaste irrisolte.
Vediamo i punti in questione:  il regolamento comunale disciplinante il servizio mensa, in relazione al ruolo della commissione-controllo addetta ed alle sue modalità di controllo, compresa la possibilità di accesso dei genitori ai refettori, i controlli in cucina.
La richiesta di  pubblicazione del menù dei bambini sul sito del Comune in modo che sia accessibile e soprattutto visibile a tutti.

Il costo alto della mensa, i pagamenti insoluti; il Vice Prefetto Terracciano ha assicurato – durante l’incontro –  che avrebbe immediatamente contattato gli uffici preposti per verificare e risolvere tali problematiche comunicando anche che “i bollettini per i pagamenti arretrati del servizio mensa sarebbero stati consegnati entro il 12 dicembre con somma già scalata per chi ha avuto diritto alla riduzione per suo il pagamento”.  

Mensa scolastica/pranzo da casa:

Vista la sentenza di Torino dove il Tribunale ha permesso alle famiglie di portare alla mensa scolastico il pranzo da casa, come si faceva anche negli anni ’70 e 80, in virtù di questa sentenza che fa giurisprudenza, il Comitato Genitori ha chiesto di adeguare il regolamento della mensa scolastica.

La mancanza ancora di una carta servizi inerente il servizio di raccolta differenziata per la refezione scolastica,  l’aumento del ritiro di secco ed indifferenziato nelle scuole.

Dunque la carta dei servizi: ancora non realizzata dalla  Paoletti, da distribuire subito in tutte le scuole

Tema delicato e prioritario è la sicurezza : in particolare la sicurezza stradale dei nostri figli, degli studenti fuori dai plessi scolastici, per la quale il Comitato ha richiesto la creazione di “percorsi in sicurezza per gli alunni” ed una presenza attiva dei vigili urbani negli orari di entrata ed uscita degli studenti. Per quanto riguarda la sicurezza scolastica, abbiamo chiesto anche turni della Polizia locale in modo da avere agenti presenti all’ ingresso e all’uscita dei ragazzi, da tutte le scuole sul territorio.

I risultati delle verifiche effettuate dal Genio Civile a seguito delle scosse di terremoto che si sono verificate negli ultimi mesi, in particolare a seguito del terribile sisma del 24 agosto 2016 e del 26-30 novembre scorso.

Oltre ai temi mensa, CRI, viabilità con percorsi sicuri per i nostri figli , il Comitato Genitori ha richiesto anche dossi a norma di legge, uno davanti Piazza Nassiria e uno davanti alla scuola media Aldo Moro, proprio anche per i recenti fatti di cronaca che ha visto coinvolti bambini investiti da auto, su Via Nomentana.

La delicata situazione della Croce Rossa: situata attualmente ancora nei locali dell’Istituto scolastico Sandro Pertini, in particolare all’interno della scuola Media Aldo Moro, il suo spostamento è solo una proposta avanzata dal Comitato, per cercare una locazione alternativa per motivi di “sfratto”. Il Comitato ha suggerito, per motivi di sicurezza, alcune  soluzioni alternative, concertate e affrontate con il Dirigente Scolastico, provando a risolvere una situazione difficile che impedisce alla CRI di lavorare e nel contempo di tutelare i piccoli studenti. Il Comitato dei genitori, chiede che i loro mezzi siano dunque spostati dal parcheggio della scuola, in una rampa adiacente di proprietà del Comune.  Secondo il parere della preside le ambulanze vanno spostate, mentre, nonostante i vari solleciti perpetrati dal Comitato alla Cri, non c’è stata ancora una risposta. Verranno chiariti ulteriori aspetti durante il prossimo consiglio d’istituto, il 15 dicembre.

Inoltre, una interessante proposta “speriamo mai più scosse sismiche“, vediamo quale:

Per le scosse sismiche il Comitato ha chiesto, per evitare che ad ogni nuova scossa si debba ricominciare con tutte le verifiche del Genio Civile, ogni volta daccapo, di installare se possibile (a costo praticamente zero) e previo parere dei tecnici , dei “vetrini spia” cementati nelle strutture portanti. “Se a seguito di un terremoto i vetrini si rompono allora dobbiamo preoccuparci ; se non si rompono, ci preoccupiamo di meno”.

Alessandra Paparelli