Scuole sicure: il Movimento 5 Stelle di Marcellina chiede il controllo di staticità antisismica di tutti i plessi scolastici

7Il terremoto che ha colpito Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto ha riportato in primo piano la sicurezza degli istituti scolastici. Purtroppo in Italia debbono succedere eventi tragici come il terremoto per risvegliare le coscienze degli amministratori. Questa volta è andata bene e non ci sono state vittime, perchè le scuole distrutte dal sisma in questi paesi, non ospitavano gli alunni ancora in vacanza. Ma non possiamo sfidare la fortuna e non possiamo dimenticare i ventisette bambini e una maestra morti a San Giuliano di Puglia, rimasti sotto le macerie della loro scuola nel terremoto del 31 ottobre 2002.

Se invece di agosto questo terremoto fosse successo in pieno anno scolastico, staremmo qui a far la conta dei bambini e adulti deceduti sotto le macerie. Queste considerazioni hanno spinto molti amministratori, in tutta Italia, a disporre verifiche di staticità sismica negli edifici pubblici e specialmente negli edifici scolastici.

Il territorio di Marcellina è classificata  Zona sismica di grado 2b dove possono verificarsi anche forti terremoti, ma le varie amministrazioni succedutesi negli anni, non hanno mai avviato procedure di controllo sugli edifici pubblici e in particolar modo per le scuole.

Il Movimento 5 Stelle con il suo consigliere Alessandro Marulli, se ne è fatto carico ed ha presentato al sindaco una mozione nella quale chiede che vengano svolti, con l’inizio della ripresa dell’anno scolastico, controlli di staticità in tutte le scuole, ma anche negli edifici pubblici del territorio. 

Red