Tivoli Festival 2016: Villa Adriana incontra Villa d’Este


Colibrì
 invita i suoi lettori al Tivoli Festival 2016.

L’Imperatore Adriano non sopportava di vivere ed abitare a Roma, quando poteva viaggiava moltissimo. Detestava l’affollamento, il caos, la promiscuità e gli intrighi di Roma (chissà cosa direbbe oggi, guardando come è ridotta la città eterna). Villa Adriana, a Tivoli, fu creata per questo: riposo e silenzio assoluto per l’Imperatore.
Quando parliamo di questo gioiello architettonico-artistico e si visita Villa Adriana abbiamo soltanto una vaga idea della grandiosità di questa dimora imperiale, una delle ville più grandi e belle che un imperatore romano abbia mai avuto, costruita tra il 118 e il 138 d.C; parliamo di una Villa che per estensione, superava anche l’intera città di Pompei. Dunque questa perla, palcoscenico naturale per un evento molto atteso, ospita un festival prestigioso  iniziato il 22 luglio che  si protrarrà fino al 27 agosto, il Tivoli Festival.

L’Orlando Furioso” e le Arti, Villa Adriana abbraccia Villa d’Este, in un connubio tra cultura, arte, poesia, musica ed opera.

 Tivoli Villa D'Este Fontana del Nettuno

Tivoli Festival arriva quest’anno alla sua seconda edizione e si arricchisce della preziosa collaborazione con il Polo Museale del Lazio nella produzione di una rassegna patrocinata dalla Regione Lazio e che torna  in uno dei luoghi più suggestivi della città di Tivoli: la Villa dell’Imperatore Adriano, nuovamente protagonista insieme a  Villa d’Este delle attività proposte per l’estate 2016.Orlando il segno di Orlando

“Oh quante sono incantatrici, oh quanti incantator tra noi, che non si sanno!”

Imperdibile occasione, il cinquecentenario dalla prima stampa dell’Orlando furioso di Ludovico Ariosto (22 aprile 1516) a cui è stata dedicata l’importante mostra I voli dell’Ariosto, inaugurata lo scorso 14 Giugno 2016 proprio a Villa d’Este dal Polo Museale del Lazio. Da qui poi , la decisione di ispirare anche gli spettacoli proposti nella splendida dimora rinascimentale al poema che fu uno dei primi capolavori della letteratura italiana ed europea.

Gli spettacoli si svolgeranno nell’ambito delle aperture notturne di Villa d’Este e Villa Adriana.
Il biglietto di accesso alle Ville comprende l’ingresso agli spettacoli fino a esaurimento posti disponibili.

L’incuria nella quale Villa Adriana è  lasciata per secoli e le polemiche degli ultimi, recenti anni moderni, l’abbandono e poi il restauro, le controversie amministrative, hanno “permesso” a numerosi visitatori di asportare statue, decorazioni, marmi e strutture che oggi rendono difficile la lettura del luogo. Abbiamo visto, negli ultimi anni, perfino parcheggi selvaggi a ridosso della splendida Villa, simbolo di Storia e magnificenza.
Malgrado ciò, l’atmosfera della Villa restituisce l’idea di un progetto mai realizzato prima per dimensioni, completezza e raffinatezza delle architetture e degli ambienti naturali che ancora oggi la rendono una delle aree archeologiche più importanti al mondo, Sito Unesco dal 1999.

Villa Adriana dopo il restauro e la riapertura (furono lungamente chiuse il Teatro Marittimo e le strutture architettoniche limitrofe) offre allo sguardo deVilla Adriana festivalllo spettatore tutta la magnificenza e la ricca storia di cui è testimone suprema e silenziosa.

Ricordiamo che il restauro ha riportato in evidenza tutto il fascino e la particolare bellezza storico-artistica di uno degli edifici simbolo della residenza imperiale e dell’architettura romana.

In programma dunque, alcuni tra i più grandi capolavori della storia della musica di tutti i tempi: Mozart, Rossini, Beethoven, Bernstein e Britten.

Gli spettacoli si svolgeranno, come accennato, nell’ambito delle aperture notturne di entrambe ( Villa D’Este e Villa Adriana).

“Se, come il viso, si mostrasse il core” scriveva ancora Ariosto

Il pubblico del Tivoli Festival, arricchito dai tanti appassionati, anche tra i giovani, avrà dunque  la possibilità di visitare questi due gioielli della nostra Regione, di scoprire o riscoprire questi due siti , patrimonio mondiale dell’Unesco (lo ribadiamo e ricordiamo ancora una volta), grazie a sei serate di musica, poesia e arte che rappresentano  l’occasione di un’esperienza unica ed irripetibile nel segno della “grande bellezza“.

Ringraziamenti:

www.polomusealelazio.beniculturali.it

www.comune.tivoli.rm.it

La pagina Facebook per il programma completo delle serate

 Alessandra Paparelli