Torna il Centro Antiviolenza nel territorio di Guidonia Montecelio. Abbraccerà tutta l’area del nord est romano

“Dopo un periodo di pausa a causa di una mancanza di fondi – spiega il sindaco Michel Barbet siamo pronti ad aprire il centro antiviolenza per supportare tutte le donne vittime di violenza”
Nell’ambito del Piano di Zona, è stata indetta la gara d’appalto per l’affidamento della gestione del Centro Antiviolenza al fine di realizzare un servizio di accoglienza a titolo gratuito per donne e loro eventuale prole che subiscono o si trovano esposte ad ogni tipo di forma di violenza, indipendentemente dal luogo di residenza.
Il centro avrà l’obiettivo di elaborare un progetto di uscita dalla violenza, valutando i bisogni della donna costruendo un percorso di recupero e di rafforzamento dell’autonomia, individuando il grado di pericolosità del partner e le conseguenti tutele, nonché le risorse e le reti che possano essere di supporto alla donna stessa.
“Il bando – spiegano il vicesindaco Davide Russo e l’assessore alle pari opportunità Romina Polverini prevede servizi minimi garantiti quali l’ascolto, l’accoglienza, l’assistenza psicologica, l’assistenza legale sia sotto l’aspetto civile che penale, il supporto ai figli minori, l’orientamento al lavoro”.
La sede del centro antiviolenza verrà messa a disposizione dal Comune di Guidonia Montecelio, ed il servizio dovrà essere svolto nell’ambito sovra distrettuale RM 5.1 E 5.2 (Comuni di Guidonia Montecelio, Marcellina, Monteflavio, Montelibretti, Montorio Romano, Moricone, Nerola, Palombara Sabina, Sant’Angelo Romano, Monterotondo, Mentana e Fonte Nuova) con un coordinamento centrale sul territorio del Comune di Guidonia Montecelio.
Maggiori informazioni sul portale istituzionale di Guidonia Montecelio.